Itinerarivacanze.com
                            Le tue vacanze online.

Itinerari vacanza-Home

Vacanza e itinerari turistici abruzzesi:il mare,la montagna, i Parchi Nazionali, l' arte, la cultura, lo sport, la gastronomia e attualitą in Abruzzo

Web

Digita una "parola chiave" e ti verranno fornite tutte le pagine del sito relative all' argomento cercato. Otterrai tutte le informazioni che ti consentiranno di pianificare le tue vacanze.

Vacanza in Abruzzo

Vacanze Toscana

Vacanze pesca  Vacanza Caraibi Contatti

 Agriturismi Abruzzo



Smettere di fumare
Smettere di fumare nel verde incontaminato d'Abruzzo.
Materiali da costruzione costruire in Abruzzo conoscendo le tecniche, i materiali, ecc....


  
Vacanze Abruzzo - Home

 Montagne Abruzzo

 

 Parco Nazionale d'Abruzzo
 
 Gran Sasso m.ti della Laga
 
 Parco Nazionale Majella
 
 Parco R. Velino Sirente
 
 Riserve naturali - oasi wwf
 
 Agriturismo in Abruzzo

 

 Sport e natura

 

 Percorsi mountain-bike

 
Cesacastina - Altovia
Bussi - Forca di Penne
Bussi - Collepietro
S.Sebastiano - Pescasseroli
Le cascate del Rio Verde
Monte Pallano - Val di Sangro
Lago di Bomba - Montebello sul Sangro
Passo S.Leonardo - Lago della Madonna
S.Tommaso di Caramanico - Roccacaramanico
Serramonacesca - Passo Lanciano
Acquabella - Ciampino
 

 Mare d'Abruzzo
 
 Neve in Abruzzo
  
 Borghi d'Abruzzo

  

 Archeologia Abruzzo

 

 Attivitą in Abruzzo

 

 Arte e letteratura
 
 Castelli-Chiese d'Abruzzo

 

 L'Abruzzo a tavola

 

 Sagre in Abruzzo
 
 Musei d'Abruzzo

 

 Eremi d'Abruzzo

 

 Grotte Abruzzo
 
 Pesca in Abruzzo

 

Rifugi e bivacchi

 

 Terme in Abruzzo
 
 Turismo religioso

 

 Attualitą in Abruzzo

    Montagne Lazio
 
Turismo Abruzzo: itinerario in bicicletta, escursioni in mountain-bike nelle Montagne d'Abruzzo regione verde d'Europa.

Escursioni mountain-bike Montagne d'Abruzzo: itinerario Lago di Bomba - Montebello

Ci dirigiamo verso il villaggio turistico di Pietra spaccata proprio sulle rive del lago, seguendo da Villa S. Maria una stradina asfaltata per quattro chilometri.
Da qui iniziamo a pedalare lungo la sterrata che costeggia il lago, fino ad incontrare, dopo poche centinaia di metri sulla sinistra, un'altra piccola sterrata, che abbandona la riva e ci conduce in senso opposto a Villa S. Maria, a mezza costa sulle colline a ridosso del lago.

.

Dopo circa 3 km dalla partenza, in corrispondenza di una fontana, inizia una stradina asfaltata in discesa che in breve ci porta a Villa S. Maria; attraversiamo il corso principale e ci addentriamo nel centro storico; oltrepassiamo il porticato subito dopo la chiesa dedicata a S. Francesco Caracciolo ed affrontiamo un tratto in forte ascesa che ci porta alle ultime case del paese, da dove inizia il tratto di stradina sterrata e in alcuni punti con pietre, che si addentra in un folto bosco con alcuni punti di salita abbastanza ripida. Dopo 9,3 km dalla partenza raggiungiamo quota m 525, e dopo altri 500 metri quota m 600, proprio in corrispondenza di un incrocio con una stradina asfaltata, che seguiremo sempre in salita. Raggiunto il cimitero di Montelapiano (km 10,4 e m 660), proseguiamo a destra e in breve arriviamo proprio il centro del piccolo paese (km 11,6 e m 760): dal vicino belvedere si domina tutta la valle del Sangro a partire dal sottostante lago.

.

Abbandonato Montelapiano, proseguiamo a sinistra ancora in salita per una strada asfaltata all'ingresso del paese; affrontiamo degli stretti tornanti e finalmente raggiungiamo un tratto pianeggiante, dove la strada diviene brecciata e taglia una prateria. In breve arriviamo a un quadrivio (km 15 circa dalla partenza): svoltiamo a destra per una salita che ci porta ad incrociare un'altra sterrata proveniente dall'alto (m 900 di altezza) e che seguiremo in discesa fino a Montebello sul Sangro (km 16,5 e m 8001. un paesi no chia­mato fino a qualche anno fa "Buona notte" e ricostruito alle pendici del cocuzzolo su cui sorgono i resti delle case dell'antico borgo, abbandonato dalle ultime famiglie all'inizio degli anni Sessanta.
Per portare a termine lo spettacolare giro, rimane solo la piccola salita fino al borgo abbandonato, quindi tutta discesa fino al ritorno al punto di partenza; subito dopo il cartello segnaletico di inizio del Comune (km 18,2), svoltiamo a sinistra per una stradina con indicazione Collemazucco, la seguiamo in discesa, incrociamo un'altra strada asfaltata (km 21,3) che seguiremo ancora in discesa per 700 metri. All'indicazione Azienda Agrituristica "Olimpo", svoltiamo a destra per un'ennesima stradina bianca e raggiungiamo un gruppetto di case. In corrispondenza di una fontana, imbocchiamo una piccola sterrata poco evidente sulla destra. Dopo aver costeggiato una breve radura, raggiungiamo di nuovo la sterrata percorsa all'inizio in salita (km 25,6): questa volta la seguiamo in discesa e, dopo aver percorso circa 28 km dalla partenza, raggiungiamo di nuovo il villaggio turistico di Pietraspaccata.
Infine un'ultima proposta che alle bici associa il pittoresco "Treno della Valle" della Ferrovia Sangritana, appositamente attrezzato per il trasporto delle stesse, per un nuovo modo di fare turismo ecologico, finalmente scoperto anche nella nostra regione: giornalmente in estate, e in alcuni fine settimana durante il resto dell'anno, possiamo usufruire del coloratissimo trenino partendo da Pescara per gite organizzate oppure liberamente alla scoperta delle bellezze naturali della Valle del Sangro, delle tradizioni, del folklore e della cultura dei suoi paesini. Un esperimento da proporre per due rami ferroviari abruzzesi minacciati di dismissione: la linea Sulmona-Carpinone, la pił ardita dall'alto di suoi 1270 m, che da Pettorano si arrampica verso Campo di Giove ed attraversa il verdissimo Quarto di S. Chiara e l'altopiano delle Cinquemiglia fino al Parco Nazionale; e la spettacolare Sulmona-L'Aquila che attraversa tutta l'affascinante valle dell'Aterno in pieno Parco del Sirente-Velino, toccando quei paesini descritti in altri itinerari.