Itinerarivacanze.com
                            Le tue vacanze online.

Itinerari vacanza-Home

Vacanza e itinerari turistici abruzzesi:il mare,la montagna, i Parchi Nazionali, l' arte, la cultura, lo sport, la gastronomia e attualità in Abruzzo

Web

Digita una "parola chiave" e ti verranno fornite tutte le pagine del sito relative all' argomento cercato. Otterrai tutte le informazioni che ti consentiranno di pianificare le tue vacanze.

Vacanza in Abruzzo

Vacanze Toscana

Vacanze pesca  Vacanza Caraibi Contatti

 Agriturismi Abruzzo



Smettere di fumare
Smettere di fumare nel verde incontaminato d'Abruzzo.
Materiali da costruzione costruire in Abruzzo conoscendo le tecniche, i materiali, ecc....


  
Vacanze Abruzzo - Home

 Montagne Abruzzo

 

 Parco Nazionale d'Abruzzo
  
 Gran Sasso m.ti della Laga
 
 Parco Nazionale Majella
 
 Parco R. Velino Sirente
 
 Riserve naturali - oasi wwf
 
 Agriturismo in Abruzzo

 

 Sport e natura

 

 Percorsi mountain-bike

  

 Mare d'Abruzzo
 
 Neve in Abruzzo

  

 Borghi d'Abruzzo

  

 Archeologia Abruzzo

 

 Attività in Abruzzo

 

 Arte e letteratura
 
 Castelli-Chiese d'Abruzzo

 

 L'Abruzzo a tavola

 

 Sagre in Abruzzo
 
 Musei d'Abruzzo

 

 Eremi d'Abruzzo

 

 Grotte Abruzzo
 
 Pesca in Abruzzo


Itinerari turistici :
Calendario Ittico 2007
Fiume Liri-Valle Roveto(AQ)
Lago del Turano(AQ)
Lago di Campotosto(AQ)
Lago di Penne(CH)
Fiume Pescara (PE)
Lago S. Angelo(CH)
Lago di Bomba(CH)
 

Rifugi e bivacchi

 
 Terme in Abruzzo
 
 Turismo religioso

 

 Attualità in Abruzzo

    Montagne Lazio
 
Turismo Abruzzo: regione verde d'Europa

Itinerari pesca Abruzzo: Lago di Campotosto (AQ)

Lago artificiale di notevole estensione e profondità situato a quota discretamente elevata ( circa 1300 m.), ha occupato una conca naturale dove, sino alla realizzazione del bacino, resa possibile con la costruzione di ben tre dighe, si trovavano delle zone paludose da cui veniva estratta la torba. Si raggiunge dall'Aquila percorrendo la vecchia statale del Passo delle Capannelle per Teramo, deviando per Campotosto poco dopo il passo stesso.
Le acque del lago, che alimentano un complesso sistema per la produzione dell'energia idroelettrica, sono di ottima qualità, il clima ,data la quota e la posizione, a poca distanza da monti molto alti (Gran Sasso e Monti della Laga), è molto rigido.
Il bacino si può quindi frequentare dalla primavera inoltrata al primo autunno, nei mesi invernali quasi sempre la sua superficie è gelata.
Tutte le sponde del bacino sono percorse da strade asfaltate, l'agibilità delle sponde è buona. Si alternano rive degradanti in corrispondenza delle quali la profondità cresce lentamente e rive più scoscese dinnanzi alle quali la profondità dell'acqua è subito molto elevata.
Le specie ittiche presenti sono soprattutto Coregoni, Tinche, Trote e Triotti,è presente ancora qualche rara trota residuo di una ben più abbondante popolazione presente anni fa.

.

Sostanzialmente si possono effettuare due tipi di pesca distinti e diversi per zone e periodi:

In primavera, nelle zone con maggiore profondità nei pressi della riva, si pescano i Coregoni che in questa stagione si avvicinano, con lunghe canne fisse o roubasienne, ma anche a fondo con il pasturatore. In questo lago i Coregoni abboccano volentieri ai bigattini anche se le loro abboccate sono delicatissime e furtive. Indispensabili montature sensibili e sottilissime, ami piccolissimi.
Occorre tenere presente la fragilità dell'apparato boccale di questi pesci ed evitare ferrate brusche, indispensabile l'uso del guadino per il recupero finale.
In estate, nelle zone di acqua più bassa e con presenza di vegetazione sommersa ( zone di Mascioni e Campotosto), si insidiano le Tinche a passata con esca appoggiata sul fondo, all'inglese e con la più classica pesca a fondo, esche impiegate i sempre validi bigattini, i classici vermi di terra o letame ed il mais.
Si può utilizzare una pastura di quelle pre-confezionate arricchita con bigattini ma occorre limitarsi perché il rumore non è assolutamente gradito alle ns. prede. Le Tinche del Lago di Campotosto raggiungono dimensioni notevoli ed in particolari giornate si possono realizzare ottimi bottini. Occorre comunque non eccedere con il diametro delle lenze e la misura di galleggianti e ami.

.


In tutte le stagioni , sempre escluso l'inverno, soprattutto in prossimità degli affluenti artificiali o naturali, si possono insidiare le Trote a spinning ed anche con il vivo. Sono comunque sempre più rare ma, per chi è dotato di particolare costanza, potrebbe ancora nascondersi l'esemplare da rekord.
I regolamenti: Il lago è attualmente gestito dal Comune di Campotosto (0862/900142) che rilascia permessi giornalieri - settimanali - quindicinali  o annuali necessari per esercitare la pesca, oltre, ovviamente, alla licenza di tipo B. I permessi sono reperibili anche presso alcuni esercizi commerciali ( negozi di pesca e non) della zona e del capoluogo L'Aquila.
Consigliamo di contattare il Comune per avere indicazioni più precise. Altro numero utile per avere informazioni è quello del Corpo Forestale dello Stato Stazione di Campotosto:  0862/900265
Ricordiamo inoltre che, come in tutto l'Abruzzo, la detenzione di bigattini per pescatore non deve superare il 1/2 chilogrammo.
L'itinerario è senz'altro da consigliare soprattutto per la particolarità e la bellezza del posto, esistono lungo la strada che costeggia il lago aree attrezzate per i picnic. Tenere sempre presente la rigidità del clima anche nelle giornate assolate.