Itinerarivacanze.com
                            Le tue vacanze online.

Itinerari vacanza-Home

Vacanza e itinerari turistici abruzzesi:il mare,la montagna, i Parchi Nazionali, l' arte, la cultura, lo sport, la gastronomia e attualità in Abruzzo

Web

Digita una "parola chiave" e ti verranno fornite tutte le pagine del sito relative all' argomento cercato. Otterrai tutte le informazioni che ti consentiranno di pianificare le tue vacanze.

Vacanza in Abruzzo

Vacanze Toscana

Vacanze pesca  Vacanza Caraibi Contatti

 Agriturismi Abruzzo



Smettere di fumare
Smettere di fumare nel verde incontaminato d'Abruzzo.
Materiali da costruzione costruire in Abruzzo conoscendo le tecniche, i materiali, ecc....


  
Vacanze Abruzzo - Home

 Montagne Abruzzo

 

 Parco Nazionale d'Abruzzo
 
 Gran Sasso m.ti della Laga
 
 Parco Nazionale Majella
 
 Parco R. Velino Sirente
 
 Riserve naturali - oasi wwf
 
 Agriturismo in Abruzzo

 

 Sport e natura

 

 Percorsi mountain-bike

 
Cesacastina - Altovia
Bussi - Forca di Penne
Bussi - Collepietro
S.Sebastiano - Pescasseroli
Le cascate del Rio Verde
Monte Pallano - Val di Sangro
Lago di Bomba - Montebello sul Sangro
Passo S.Leonardo - Lago della Madonna
S.Tommaso di Caramanico - Roccacaramanico
Serramonacesca - Passo Lanciano
Acquabella - Ciampino
 

 Mare d'Abruzzo
 
 Neve in Abruzzo
  
 Borghi d'Abruzzo

  

 Archeologia Abruzzo

 

 Attività in Abruzzo

 

 Arte e letteratura
 
 Castelli-Chiese d'Abruzzo

 

 L'Abruzzo a tavola

 

 Sagre in Abruzzo
 
 Musei d'Abruzzo

 

 Eremi d'Abruzzo

 

 Grotte Abruzzo
 
 Pesca in Abruzzo

 

Rifugi e bivacchi

 

 Terme in Abruzzo
 
 Turismo religioso

 

 Attualità in Abruzzo

    Montagne Lazio
 
Turismo Abruzzo: itinerario in bicicletta, escursioni in mountain-bike nelle Montagne d'Abruzzo regione verde d'Europa.

Escursioni mountain-bike Montagne d'Abruzzo: itinerario San Tommaso di Caramanico - Roccacaramanico

Dalla strada che da Scafa sale a San Valentino, Caramanico Terme e Sant'Eufemia a Majella, 5 km prima di Caramanico svoltiamo al bivio a destra per Salle ed arriviamo alla chiesa di S. Tommaso dell'omonima contrada (1,5 km dal bivio e m 560) da dove inizieremo la nostra escursione, non senza aver visitato la bella chiesa del XII secolo a tre navate. Per una visita all'interno occorre contattare il custode che abita nelle immediate vicinanze.

.

In sella, iniziamo la discesa che ci porta ad attraversare la piccola frazione di Caramanico e che termina sullo spettacolare ponte sull'Orte (il terzo più alto d'Italia con i suoi 105 metri, luogo frequentato da appassionati di bungee jumpingl, tortuoso fiume meta di canoisti Di notevole bellezza paesaggistica anche l'antico borgo di Musellaro a precipizio sulle ripide rocce della valle dell'Orte.
Oltrepassato il ponte, saliamo a Salle (km 4,5 dalla partenza e m 400 di altezza) e raggiungiamo un bivio in prossimità di un grosso fontanile: a sinistra proseguiamo sulla stradina asfaltata per Salle Vecchio dove, alle pendici del Monte Morrone, sorge maestoso il castello fortificato di Salle (km 6,5 e m 560). Sorto prima dell'anno Mille, e costruito interamente in pietra della Majella, ebbe una funzione difensiva nell'epoca feudale abruzzese. L'odierno proprietario, il barone Mario di Genova, lo ha trasformato in un museo, nelle cui sale è possibile ammirare antiche armi, livree, armature e mobili di notevole interesse storico ed artistico.

.

Proseguendo oltre, dopo un tratto di salita impegnativa tra le ultime case diroccate, termina l'asfalto e inizia un tratto di ampia strada sterrata che gradualmente sale tra verdissimi prati.
Oltrepassata una stradina sulla destra per una grossa stalla, al fondo sterrato si sostituisce un tratto di strada asfaltata; a km 10,5 dalla partenza e m 1000 di altezza, imbocchiamo la sterrata sulla sinistra; dopo un primo tratto sconnesso con pendenze abbastanza impegnative, la stradina continua a mezza costa sul versante di Caramanico del Monte Morrone, a un'altezza costante intorno ai 1200 metri, con visuale delle valli dell'Orte e dell'Orfento e dei soprastanti monti della Maiella fino al Monte Amaro. Oltrepassata una pineta, usciamo allo scoperto e cominciamo la discesa che in breve ci condurrà a Roccacaramanico (km 19 dalla partenza e m 1230), un paesino posto in posizione strategica alle pendici del Morrone, ben collegato ai vicini centri di Sant'Eufemia e Caramanico e a un tiro di schioppo da Passo San Leonardo, Fonte Romana e Campo di Giove, rimasto completamente abbandonato dall'epoca delle emigrazioni, ma da alcuni anni meta di turismo estivo. Per il ritorno a S. Tommaso, discendia­mo al bivio sulla S.S. per Caramanico, attraversiamo Sant'Eufomia a Maiolla (km 75,5 o m 990),  Un'ultima sosta a Caramanico (km 31,5 e m 660), stazione di cura e soggiorno, sede delle famosa Terme e delle altrettanto rinomate sorgenti di acqua sulfurea (sorgente di Santa Croce) e di acqua diuretica (sorgente del "Pisciarello"), per una visita alle chiese di S. Maria Maggiore, risalente al XV secolo e di stile romanico, di San Nicola, nell'ampia piazza Garibaldi, e di S Maurizio, nella parte più bassa del paese.
Da Caramanico proseguiamo ancora sulla statale fino a raggiungere di nuovo il bivio per Salle e la chiesa di San Tommaso dopo 36 km dalla partenza.