Itinerarivacanze.com
                            Le tue vacanze online.
Vacanze sportiva: itinerari turistici (Italia ed estero), viaggi, biglietti per seguire il campionato del mondo di Rugby.
Web

Digita una "parola chiave" e ti verranno fornite tutte le pagine del sito relative all' argomento cercato. Otterrai tutte le informazioni che ti consentiranno di pianificare le tue vacanze.

Itinerari vacanza-Home Francia: Mondiali Rugby Vacanza in Abruzzo Vacanza Caraibi Vacanze pesca      Contatti


Smettere di fumare
Smettere di fumare nel verde incontaminato d'Abruzzo.
Materiali da costruzione costruire in Abruzzo conoscendo le tecniche, i materiali, ecc....

  
 

  Campionato mondiale Rugby

Mondiali Francia 2007
 Biglietti
 

 Itinerari pesca Europa

    Montagne Lazio
 
Vacanza Francia: Mondiali di Rugby

Mondiali di Rugby FRANCIA 2007

Calendario partite

  Data Squdra Squdra Gir. Città Ora locale
1 07/09/2007 France Argentina D St Denis 21:00
2 08/09/2007 New Zealand Italy C Marseille 13:45
3 08/09/2007 Australia Japan B Lyon 15:45
4 08/09/2007 England USA A Lens 18:00
5 09/09/2007 Wales Canada B Nantes 14:00
6 09/09/2007 South Africa Samoa A Paris 16:00
7 09/09/2007 Scotland Portugal C St Etienne 18:00
8 09/09/2007 Ireland Namibia D Bordeaux 20:00
9 11/09/2007 Argentina Georgia D Lyon 20:00
10 12/09/2007 USA Tonga A Montpellier 14:00
11 12/09/2007 Japan Fiji B Toulouse 18:00
12 12/09/2007 Italy Romania C Marseille 20:00
13 14/09/2007 England South Africa A St Denis 21:00
14 15/09/2007 New Zealand Portugal C Lyon 13:00
15 15/09/2007 Wales Australia B Cardiff 15:00
16 15/09/2007 Ireland Georgia D Bordeaux 21:00
17 16/09/2007 Fiji Canada B Cardiff 14:00
18 16/09/2007 Samoa Tonga A Montpellier 16:00
19 16/09/2007 France Namibia D Toulouse 21:00
20 18/09/2007 Scotland Romania C Edinburgh 21:00
21 19/09/2007 Italy Portugal C Paris 20:00
22 20/09/2007 Wales Japan B Cardiff 21:00
23 21/09/2007 France Ireland D St Denis 21:00
24 22/09/2007 South Africa Tonga A Lens 14:00
25 22/09/2007 England Samoa A Nantes 16:00
26 22/09/2007 Argentina Namibia D Marseille 21:00
27 23/09/2007 Australia Fiji B Montpellier 14:30
28 23/09/2007 Scotland New Zealand C Edinburgh 17:00
29 25/09/2007 Canada Japan B Bordeaux 18:00
30 25/09/2007 Romania Portugal C Toulouse 20:00
31 26/09/2007 Georgia Namibia D Lens 18:00
32 26/09/2007 Samoa USA A St Etienne 20:00
33 28/09/2007 England Tonga A Paris 21:00
34 29/09/2007 New Zealand Romania C Toulouse 13:00
35 29/09/2007 Australia Canada B Bordeaux 15:00
36 29/09/2007 Wales Fiji B Nantes 17:00
37 29/09/2007 Scotland Italy C St Etienne 21:00
38 30/09/2007 France Georgia D Marseille 15:00
39 30/09/2007 Ireland Argentina D Paris 17:00
40 30/09/2007 South Africa USA A Montpellier 20:00
41 06/10/2007 W Pool B RU Pool A QF1 Marseille 15:00
42 06/10/2007 W Pool C RU Pool D QF2 Cardiff 21:00
43 07/10/2007 W Pool A RU Pool B QF3 Marseille 15:00
44 07/10/2007 W Pool D RU Pool C QF4 St Denis 21:00
45 13/10/2007 W QF1 W QF2 SF1 St Denis 21:00
46 14/10/2007 W QF3 W QF4 SF2 St Denis 21:00
47 19/10/2007     Bronze Paris 21:00
48 20/10/2007     Final St Denis 21:00


.

Rugby Union

Il rugby ha due varianti principali, Rugby Union e Rugby League; questo glossario tratta in modo particolare del Rugby Union. Lo scopo del gioco è che due squadre ognuna di quindici, dieci o sette giocatori, giocando in modo leale nel rispetto delle Regole e dello spirito sportivo, segnino il maggior numero di punti possibile portando, passando, calciando e mettendo a terra il pallone; la squadra che avrà segnato il maggior numero di punti vincerà l'incontro. Il Rugby Union è uno sport che implica contatto fisico; in ogni sport che implica contatto fisico sono insiti alcuni pericoli. È molto importante che i giocatori pratichino il gioco nel rispetto delle sue Regole e siano attenti all'incolumità propria e degli altri. È responsabilità di coloro che allenano o insegnano il gioco assicurare che i giocatori siano preparati in modo adeguato per garantire il rispetto delle Regole del Gioco e delle norme di sicurezza. La regola principale che governa il gioco è che non è consentito il passaggio ad un giocatore più avanti del pallone; questo può essere portato avanti solo correndo o calciandolo in avanti. Non è consentito fare blocco, tutti i compagni di dietro di lui.

Regolamento Rugby

Nel gioco del rugby la palla può essere passata ad un altro giocatore della propria squadra solo con un passaggio indietro rispetto al giocatore che lo effettua.
La palla può essere passata in avanti solo con un calcio e può essere recuperata solo da due giocatori che erano dietro la linea della palla al momento del calcio.
I giocatori che si trovavano davanti la palla, nel momento del calcio, devono essere sorpassati dai propri compagni per essere di nuovo in gioco e potervi partecipare, perchè le due squadre devono essere sempre divise dalla palla. I giocatori che sono oltre questa linea immaginaria, lunga tutta la larghezza del campo, sono in fuori gioco.
I giocatori per fermare gli avversari devono ricorrere al placcaggio, che può essere effettuato dalle spalle in giù. Il placcaggio al collo viene punito con una punizione contro chi lo effettua.
La palla deve essere visibiìle e giocabile e se questo non avviene l'arbitro ferma il gioco e decreta una mischia.

Mischia chiusa

La mischia chiusa è giocata da fermi dagli otto giocatori che hanno i numeri dall' 1 all' 8 che vengono chiamati "gli avanti" e vengono così suddivisi: i numeri 1-2-3 sono la prima linea, il 4 e il 5 sono le seconde linee, il 6-7-8 sono le terze linee, questi otto giocatori si confrontano con gli otto dell' altra squadra.
La squadra in possesso della palla la introduce fra i piedi delle prime linee, in questo momento le due mischie possono spingere per conquistare la palla che deve uscire in mezzo ai piedi dell' ultimo giocatore della mischia della squadra che spinge di più e che quindi vince la mischia.
La palla è introdotta dal numero 9, chiamato "mediano di mischia"che poi la recupera e la passa al numero 10, "mediano di apertura", il quale fa giocare gli altri 5 giocatori della squadra che sono chiamti "tre quarti".
I numeri 12-13 sono i "tre quarti centro", i numeri 11 14 sono "i tre quarti ala", il numero 15 è "l' estremo".

Touche

Quando la palla esce dal campo lateralmente viene battuta una "touche" (rimessa in gioco). Le due squadre si dispongono in fila indiana davanti alla linea laterale formando due file a circa un metro di distanza l'una dall'altra, il giocatore della squadra che fruisce della rimessa lancerà la palla in mezzo ai due schieramenti che se la contenderanno saltando, chi la vince ne ha il possesso e può quindi giocarla. La touche viene battuta sempre nel punto dove esce la palla, tranne nel caso in cui un giocatore fuori dalla sua zona di difesa calcia la palla direttamente fuori senza che questa rimbalzi almeno una volta in campo. Se non rimbalza in campo la touche viene battuta nel punto in cui si trova il giocatore al momento del calcio. Quando invece il giocatore si trova nella sua zona di difesa può calciare la palla direttamente fuori, senza prima farla rimbalzare in campo, e la touche viene battuta nel punto in cu è uscita.

Mischia aperta

La mischia aperta nasce spontaneamente nel momento in cui non è possibile passare la palla, per un placcaggio o altro è il giocatore che ne è in possesso si lascia cadere a terra e deve lasciare la palla indietro in modo che i suoi compagni possono recuperarla e giocarla, contendendola agli avversari, perchè la palla a terra non è di nessuno.
E' in questo modo che nasce la mischia aperta.

Punteggio

Ogni meta vale cinque punti. Dopo ogni meta c' è il calcio addizionale che se viene realizzato vale due punti, quindi ogni meta realizzata vale 7 punti.
Ogni volta che un giocatore commette un fallo volontario (fuorigioco o scorrettezze di ogni tipo) viene punito con un calcio di punizione che viene calciato nel punto in cui è stato commesso il fallo, e se realizzato vale 3 punti. Il drop o calcio di rimbalzo può essere effettuato da qualsisai giocatore in qualsisai punto del campo, facendo rimbalzare la palla prima di colpirla, se viene realizzato vale tre punti. Tutti i calci sono validi solo se la palla passa sopra la traversa e in mezzo ai pali.

.

Mark

Il mark o presa al volo, viene gridato da un giocatore all'interno della sua zona di difesa, il quale gli permette di fermare il gioco e di usufruire di un

Un po' di storia ...

Nella cittadina di Rugby, a circa 50 km da Birmingham, nel 1823 un certo William Webb Ellis, decise un giorno di infrangere le regole del calcio e, preso il pallone in mano, si mise a correre tenendolo stretto a sè  dando così i natali al gioco del rugby. Fu scritto che questo gesto non faceva che riprendere un gioco portato in Inghilterra addirittura da Guglielmo il Conquistatore nel 1066. Quindi le radici del rugby sarebbero veramente antiche. 
Intorno al 1860 si stabilirono alcune regole, in particolare quella del placcaggio, e nel 1871 si adottò la palla ovale con l'esplicito intendimento di renderla difficilmente controllabile con i piedi. 
Per molti anni il rugby rimase un gioco dove non mancava l'agonismo ma sostanzialmente prevaleva il desiderio di divertirsi più che di vincere; era certo un gioco per maschi forti e decisi, ma gentleman nell'animo. 
Il rugby si sviluppò nel mondo anglosassone e sin dal 1888 emersero  le grandi capacità della squadra dei Maori, successivamente degli All Blacks neozelandesi e degli Springboks sudafricani. Nel 1873, sul suolo americano prese origine l'interpretazione americana del rugby con la nascita del football americano. In Italia il rugby fece la sua apparizione intorno al 1910 ed è del 1929 la nascita della Federazione Italiana Rugby.

Fisiologia 

Il rugby è gioco di squadra che richiede grande prestanza fisica, ma anche grande intelligenza. Il gioco prevede momenti di grande intensità con impegno fisico di tipo principalmente anaerobico; richiede grande lucidità, dote indispensabile per gestire al meglio le azioni di gioco che inevitabilmente terminano in modo brusco; la preparazione fisica e la lucidità consentono di evitare lesioni di gioco dovute a scontri con avversari o impatto con il terreno. L'articolazione del ginocchio è soggetta facilmente a sovraccarichi che causano la lesione più comune riscontrata nei giocatori di rugby e cioè la lesione dei legamenti crociati. Le caratteristiche fisiche variano a seconda del ruolo. La prima linea costituita dagli avanti si avvantaggia della massa e quindi della statura; questi giocatori devono aprire la strada ai tre quarti i quali sono disposti dietro e devono disporre di grande velocità ed agilità. Tra gli avanti e i tre quarti stanno i due mediani, strateghi della squadra, pronti a lanciare un'azione; essi devono essere intelligenti e resistenti. Dietro tutti sta l'estremo, l'analogo del libero nel calcio, con funzione di stoppatore ma anche in grado di lanciarsi, una volta strappata la palla all'avversario, in una travolgente fuga verso la meta avversaria.

Allenamento

L'allenamento e il condizionamento fisico sono fondamentali nel rugby, essi infatti rappresentano la miglior prevenzione degli incidenti di gioco. Un giocatore di rugby deve possedere una buona potenza anaerobica ma deve anche in qualche misura avere buona resistenza allo sforzo prolungato, questa infatti consente di mantenere lucidità e linearità della condotta di gioco. Nel rugby è possibile differenziare i programmi di allenamento sviluppando le dosi che sono necessarie al ruolo, forza e vigore fisico piuttosto che velocità o resistenza allo sforzo prolungato.